Nicolò Bulega e Alex Lowes dominano a Phillip Island, con vittorie storiche e sorpassi mozzafiato. Podio tutto italiano in Gara1 con Locatelli e Iannone. Per Bautista solo un podio in Gara2

Nel round di apertura a Phillip Island del WorldSBK 2024, Nicolò Bulega e Alex Lowes si sono distinti, vincendo le due manche in programma. In particolare il romagnolo del Aruba.it Racing – Ducati, al debutto in Superbike, non solo ha conquistato la pole position e il giro più veloce, ma è diventato il primo italiano a vincere una gara del WorldSBK al debutto in sella ad una Ducati, e il primo debuttante a vincere dal 2019, quando Alvaro Bautista riuscì a  a realizzare un simile exploit.

Alex Lowes, d’altro canto, ha dimostrato una solidità inaspettata, assicurandosi sia la Superpole Race che la Gara2, interrompendo un digiuno lungo quattro anni. La vittoria del portacolori del Kawasaki Racing Team WorldSBK nella seconda gara è stata segnata da un sorpasso mozzafiato all’ultimo giro, che gli ha garantito il gradino più alto del podio.

Il primo round stagionale ha visto anche il ritorno in pista di Andrea Iannone in sella alla Ducati del Team GoEleven. Dopo quattro anni lontano dalle corse, l’abruzzese ha dimostrato che la sua passione e il suo talento non sono affatto diminuiti, guadagnandosi un terzo posto in Gara1 e portando a casa un risultato che molti non avrebbero ritenuto possibile.

A salire alla ribalta è stato anche Andrea Locatelli. Il lombardo del Pata Prometeon Yamaha ha mostrato una forma impressionante, conquistando il secondo posto al termine di una gara molto combattuta, e contribuendo ad un podio tutto italiano, un risultato che non si vedeva dal 1993.

Rimanendo in tema tricolore, non può mancare una menzione per Danilo Petrucci, terzo nella seconda manche ai comandi della Ducati del Barni Spark Racing Team. Il ternano ha strappato il podio a Iannone, piegandosi solo al vincitore Lowes e alla Panigale V4R ufficiale del Campione del Mondo in carica Alvaro Bautista.

Per lo spagnolo solo un podio in Gara2 e un misero 15° posto nella prima frazione a causa di una caduta. Peggio è andata al rivale storico Jonathan Rea, all’esordio in sella alla R1 del Pata Prometeon Yamaha. Il sei volte iridato ha avuto un weekend difficile, concludendo 17° in Gara 1 e cadendo violentemente in curva 11 in Gara 2, causando l’esposizione della bandiera rossa.

Toprak Razgatlıoglu, alla prima con il ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team, ha costantemente lottato per le prime posizioni, finendo entrambe le gare in quinta posizione, e mostrando che le performance offerte dal “Titanic Trio” hanno aperto un cambiamento significativo nel panorama competitivo del WorldSBK.

Il prossimo round è in programma il weekend del 24 marzo a Barcellona.

L’articolo WorldSBK – Bulega debutto vincente. Lowes rompe l’incantesimo e torna al successo proviene da ItaliaOnRoad – Rivista Italia Motori.

WorldSBK – Bulega debutto vincente. Lowes rompe l’incantesimo e torna al successo