Pecco Bagnaia ha dominato le prequalifiche del GP d’Italia al Mugello, con Alex Rins e Pedro Acosta ad inseguire. Tra i primi dieci anche Oliveira, Marc e Alex Marquez, Bastianini, Martin e le Aprilia di Vinales ed Espargaro

Il weekend del Gran Premio d’Italia di MotoGP al Mugello ha regalato emozioni forti peri colori Ducati, con “Pecco” Bagnaia che ha dominato le prequalifiche e ha mostrato ancora una volta perché il Mugello è il suo regno.

Il piemontese ha fatto segnare il miglior tempo nelle prequalifiche con un impressionante 1’44″938, sfiorando il record del Mugello che già gli appartiene. Nonostante l’ombra di un impeding ai danni di Alex Marquez che costerà tre posizioni in griglia di partenza, Bagnaia ha dimostrato una padronanza assoluta del circuito, mettendo in chiaro che sarà l’uomo da battere.

Alle sue spalle, Alex Rins su Yamaha ha sorpreso tutti con una prestazione eccezionale, chiudendo a soli 273 millesimi da Bagnaia. I progressi della Yamaha sono evidenti, frutto del lavoro sui nuovi pacchetti aerodinamici testati proprio su questa pista. Pedro Acosta, nonostante una caduta spettacolare alla Biondetti 1, ha conquistato il terzo posto, dimostrando grande tenacia.

Miguel Oliveira, in sella all’Aprilia del team Trackhouse, ha ottenuto un brillante quarto posto, mettendosi in luce come la miglior Aprilia in pista. Marc Marquez, con la Ducati GP23, ha chiuso al quinto posto,  mentre Enea Bastianini ha risalito la classifica fino al sesto posto, seguito dal leader del Mondiale Jorge Martin, settimo con la Ducati Pramac.

Alex Marquez ha sfruttato al meglio il traino del fratello Marc, ottenendo l’ottavo tempo e garantendosi l’accesso diretto alla Q2. Maverick Vinales e Aleix Espargaro, entrambi sull’Aprilia ufficiali, hanno chiuso rispettivamente in nona e decima posizione, completando i piloti con accesso diretto alle prime file.

Tra i rider out dalla Q2, Fabio Quartararo è stato il primo degli esclusi, chiudendo all’undicesimo posto per soli 19 millesimi. Segue Fabio Di Giannantonio con la Ducati VR46, che ha chiuso in dodicesima posizione, mentre Marco Bezzecchi è quattordicesimo. Brad Binder su KTM ha chiuso tredicesimo dopo aver visto cancellare un tempo che lo avrebbe qualificato a causa di un’infrazione dei track limits.

Jack Miller e Raul Fernandez hanno avuto un weekend fin qui difficile, chiudendo rispettivamente in diciassettesima e sedicesima posizione. Franco Morbidelli, con prestazioni altalenanti, ha chiuso in quindicesima posizione. Takaaki Nakagami è stato il migliore delle Honda, ma solo in diciannovesima posizione, mentre Luca Marini ha chiuso il gruppo, ancora una volta staccato di oltre due secondi dal vertice.

Lorenzo Savadori, wild card per Aprilia, ha chiuso in ventiduesima posizione, mostrando buoni progressi ma ancora distante dai tempi dei migliori.

Con Bagnaia al comando, sarà interessante vedere come si evolverà la lotta per la pole e, successivamente, per la vittoria nella Sprint Race di domani, e nella gara di domenica.

Foto: Bonora Agency









L’articolo MotoGP – Bagnaia domina le prequalifiche del Mugello. Brillano Rins e Acosta proviene da ItaliaOnRoad – Rivista Italia Motori.

MotoGP – Bagnaia domina le prequalifiche del Mugello. Brillano Rins e Acosta